La scherma: sport o arte?

 
La scherma è proprio un’arte ma anche una scienza.
Gli istruttori si chiamano maestri d’armi sin dal medio evo .        

Su questo sport è stato scritto moltissimo in tutti i tempi.

Ci sono eroi nella storia che meriterebbero di essere emulati,  facciamo un  esempio: i tre Moschettieri  e, tra gli eroi  dei bambini,  Lady Oscar  ma c’’è  solo l’imbarazzo della scelta a pensarci bene.

Se un bimbo è attratto da  questo sport perché  ostacolarlo anche se  viviamo negli anni del terzo millennio?

Nel 1553 il  maestro di Milano Camillo Agrippa scrisse l’importante  “ scienza d’armi”; lui era un ingegnere: il manuale racchiude eleganza, buon stile e regole  sugli “ a fondo” .

Oggi, prima di arrivare alla sciabola, alla spada e al fioretto si comincia con una  maschera e un fioretto di plastica.

L’età consigliata per iniziare  va  dai  sei ai nove anni.

Il tesseramento avviene a  dieci anni e il debutto agonistico verso i dodici  anni.

Chi pratica scherma ha il massimo rendimento tra i venti e i venticinque anni ma l’attività  amatoriale prosegue sino ad oltre i           sessantanni.

Esistono campionati master.  E’ necessaria un’attrezzatura minima : corredo ginnico semplice  (maglietta a  maniche lunghe e calzoni sotto ginocchio) provvisto di  guanti.

 

La scherma può dare davvero grandi soddisfazioni!

Adriana caviglia

Autore

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *