La data di inizio del movimento sportivo dei sordi viene convenzionalmente indicato nel 1924 con la disputa delle prime Deaflympics (Olimpiadi riservate ad atleti sordi) di Parigi, pur sapendo che già da molto tempo prima, nei vari Stati, venivano organizzati molti tornei e gare tra atleti sordi soprattutto a livello di “Istituti Speciali”.

In seguito lo Sport dei Sordi crebbe esponenzialmente con l’istituzione di nuove discipline sportive e Campionati di alto livello come Europei e Mondiali. In Italia una data da ricordare è il 18 giugno 2005 quando si costituisce la Federazione Sport Sordi Italia (FSSI), tutt’ora operante e riconosciuta dal International Comite Sport Deaf e dall’ESDO (Organizzazione Europea dello Sport dei Sordi). Questa Federazione eredita quanto fatto dai suoi predecessori, che fin dal 1929 hanno organizzato eventi nazionali ed internazionali afferenti gli atleti sordi italiani.

Il 4 febbraio del 2006 la FSSI ottiene un ulteriore e fondamentale riconoscimento dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP), di cui tuttora è parte integrante come Federazione Paralimpica.

La nostra Federazione è costituita attualmente da 30 discipline sportive diverse impegnate ogni anno in eventi importanti. Ognuno di essi può essere seguito tramite il nostro sito www.fssi.it o tramite le nostre piattaforme social (Facebook, Twitter e Instagram) continuamente aggiornate con foto, video e risultati.