Crolla la muraglia cinese, l’Italia vince 2-0

 

In questa estate di calcio tricolore, dopo la delusione del Var in semifinale al mondiale Under 20 e il
pareggino agli Europei Under 21 tra Romania e Francia che ha condannato all’eliminazione gli azzurrini di Di Biagio, le soddisfazioni arrivano, forse inaspettatamente per molti, dal calcio femminile.

Le ragazze, allenate da Milena Bertolini, compiono un’altra piccola impresa e volano ai quarti dove sabato alle ore 15 affronteranno la corazzata Olanda. La partita contro la Cina inizia subito bene, con il tap-in vincente della Giacinti al 15′ del primo tempo. Le asiatiche provano subito a reagire ma il primo tempo finisce 1-0. La ripresa si apre con la Gagni, che al 4′ minuto prende la mira da 30 metri e insacca il pallone alle spalle di una sorpresa Shimeng.

I ritmi calano e, nonostante gli ultimi tentavi di riaprire la partita della Cina, il match termina 2-0 e inizia una grande festa in campo e negli spogliatoi.
Laura Giuliani ha rilasciato questa intervista a Sky Sport al termine dell’incontro: “Sono contentissima di ciò che sto facendo e che stiamo facendo tutte insieme. Mi è passato davanti il film di tutto ciò che è stato prima, ora non mi sembra neanche di giocare un Mondiale. Vivo ogni partita come se fossero delle amichevoli, godendomi ogni partita e non c’è niente di più bello” Alla domanda se sogna di essere premiata come miglior portiere ha risposto: “Non ci penso, sono sincera: cerco solo di fare del mio meglio per metterlo al servizio della squadra. La nostra forza è il gruppo e ora tutte le mie energie vanno a questo, poi ciò che verrà alla fine si vedrà. Il nostro punto forte è la difesa, dove non arrivano loro provo a mettere una pezza io: prendiamo veramente pochi tiri”

“Ho pianto perché essere tra le prime otto del mondo è fantastico. Abbiamo faticato tanto per arrivare fin qui, è stata una partita durissima ma siamo state bravissime. Oggi abbiamo fatto tanta fatica perché loro erano organizzate, noi siamo state brave in difesa perché loro sono state fantastiche. Dovevamo prenderle in contropiede pressandole, per fare gol sui loro errori. Ci siamo riuscite e io sono contentissima.  Sono felice anche senza aver segnato, da questo momento in poi l’Italia non può essere sottovalutata da nessuno. Io avevo dichiarato che non c’è nulla di scritto e si può provare a vincere, siamo state formidabili ad arrivare prime nel girone perché ci ha permesso di affrontare una terza agli ottavi. Ci dovranno temere tutte, perché se siamo arrivate fin qui vuol dire che c’è qualcosa da dimostrare” ha aggiunto una commossa Barbara Bonansea.

foto Eurosport

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *